CONCLUSO A LONATO IL 28° TROFEO D’AUTUNNO, LA GARA DEI RECORD

08/10/2018
Con i 350 piloti della finale del Trofeo d’Autunno, a Lonato è stata raggiunta quasi quota 600 partecipazioni nei due weekend consecutivi di questa 28ma edizione. Nella gara finale vittorie per Hold in KZ2, Badoer nella 60 Mini, Romeo nella Entry Level. Nella Rok Cup vincono Irfan nella Mini, Albanese nella Junior, Molinari nella Senior, Bosco nella Super, Chiari nella Expert, Comanducci nella Shifter.

Lonato del Garda (Brescia, Italia). Una bella giornata di sole ha esaltato la fase finale del 28° Trofeo d’Autunno al South Garda Karting di Lonato, con i suoi 350 piloti che per questo evento ha rappresentato un ulteriore record. Numeri decisamente importanti per una gara nazionale, e non solo in Italia, considerando anche i 240 piloti della settimana precedente nella prima prova del Trofeo d’Autunno che hanno fatto raggiungere l’impressionate quota di quasi 600 partecipazioni nei due weekend consecutivi di questa 28ma edizione.
 
In gara le tre categorie nazionali della KZ2, 60 Mini ed Entry Level, e le sei categorie della Rok Cup, ovvero Mini Rok, Junior Rok, Senior Rok, Super Rok, Shifter Rok ed Expert Rok, con piloti provenienti da ben 51 Paesi. In palio l’assoluto del Trofeo d’Autunno sui risultati conseguiti fra la prima prova del 30 settembre e la finale del 7 ottobre, e il Rok Cup Challenge sulle tre prove del 18 febbraio a Lonato, del 2 settembre a Ugento e quest’ultima del 7 ottobre ancora a Lonato.
 
KZ2. In KZ2 è stato l’austriaco Christoph Hold su Maranello-Modena ad aggiudicarsi il successo spodestando dal primo gradino del podio il compagno di colori Massimo Dante su Maranello-TM che si era imposto nella prima prova del 30 settembre. Hold, particolarmente determinato e veloce si è preso così la soddisfazione di vincere la gara finale, davanti a Dante e a un ottimo Flavio Sani (Maranello-TM) che ha completato il podio. Nella classifica assoluta del Trofeo d’Autunno Hold e Dante sono terminati a pari punti, ma il Trofeo è andato a Dante grazie alla discriminante del miglior tempo in prova.
Classifica assoluta 28. Trofeo d’Autunno KZ2: 1. Dante punti 87; 2. Hold 87; 3. Sani 80.
 
60 MINI. Nella 60 Mini un bel successo lo ha ottenuto il figlio d’arte Brando Badoer (Parolin-TM), dominatore sia della prefinale che della finale dove ha concluso davanti ai due svedesi Oscar Pedersen (Luxor-Lke) e Joel Bergstrom (IPK-TM). Fra i migliori anche Francesco Marenghi, quarto su Evokart-TM e l’olandese Andrey Petrovic su IPK-TM. Il Trofeo assoluto lo ha vinto Marenghi sull’austriaco Kiano Blum (CRG-TM) settimo in finale, con il terzo posto andato a Riccardo Paniccia (Formula K-TM) sesto in finale.
Classifica assoluta 28. Trofeo d’Autunno 60 Mini: 1. Marenghi punti 85; 2. Blum 74; 3. Paniccia 71.
 
ENTRY LEVEL. In questa prova sono stati ben 16 i giovanissimi dell’Entry Level, numero più alto mai riscontrato per questa categoria riservata ai bambini da 6 a 8 anni. Il successo è andato a Cristian Romeo (Tony Kart-Lke) che ha dominato la Finale davanti a Paolo Sacco (Praga-Lke) e Filippo Sala (Parolin-Lke). Il Trofeo assoluto è andato però a Filippo Sala grazie alla sua vittoria nella prima prova.
Classifica assoluta 28. Trofeo d’Autunno Entry Level: 1. Sala punti 90; 2. Lanzara 81; 3. Mazzola 79. 
 
MINI ROK. Gare spettacolari quelle delle selezioni e della finale Mini Rok, con ben 97 partecipanti. La finale è riuscito ad aggiudicarsela l’inglese Coskun Irfan (Parolin-Vortex) davanti a Piotr Protasiewikcz (Parolin-Vortex) e a Andrea Kimi Antonelli (Energy-Vortex) risalito alla grande dall’11ma posizione di partenza. Al quarto posto si è piazzato il giamaicano Alex Powell (Energy-Vortex) e al quinto Cristian Bertuca (Parolin-Vortex). Costretto subito al ritiro invece il polacco Karol Pasiewicz (Energy-Vortex) che aveva realizzato la pole position in prova. Il Challenge lo ha conquistato Antonelli.   
Classifica assoluta Rok Cup Challenge Mini Rok: 1. Antonelli; 2. Bertuca; 3. Protasiewikcz.
 
JUNIOR ROK. Dopo un duello durato tutta la finale, con continui scambi di posizione in testa alla gara, nella Junior Rok è stato classificato al primo posto Federico Albanese (Energy-Vortex), mentre il brasiliano Matheus Morgatto (Parolin-Vortex), che aveva tagliato il traguardo in prima posizione per appena 11 millesimi di secondo, è stato retrocesso al secondo posto dopo una penalizzazione di 3 secondi per una manovra ritenuta non corretta proprio nel corso dell’ultimo giro. Nell’altro duello per la terza posizione, ha avuto la meglio Tymoteusz Khucharczyk (Parolin-Vortex) su Ugo Ugochukwu (Tony Kart-Vortex). Il Challenge lo ha vinto Albanese.
Classifica assoluta Rok Cup Challenge Junior Rok: 1. Albanese; 2. Khucharczyk; 3. Morgatto.  
 
SENIOR ROK. Nella Senior Rok ha dominato Giorgio Molinari (Exprit-Vortex), già autore della pole position in prova e della pima posizione dopo le manches di qualificazione. In finale Molinari ha preceduto Davide Cordera (Exprit-Vortex) e Leonardo Moncini (Tony Kart-Vortex). Con questo successo Molinari si è aggiudicato la vittoria anche nel Rok Challenge Senior. Nella Expert Rok, con il risultato acquisito nell’ambito della Finale-B, ha vinto Marco Chiari (Tony Kart-Vortex) su John Cariati (Intrepid-Vortex) e Jaime Cabrera (Praga-Vortex). Nel Challenge Expert vittoria per Chiari.
Classifica assoluta Rok Cup Challenge Senior Rok: 1. Molinari; 2. Spalluto; 3. Cordera.
Classifica assoluta Rok Cup Challenge Expert Rok: 1. Chiari; 2. Chiefa; 3. Cariati.
 
SUPER ROK. Dominio di Luca Bosco nella Super Rok, che dopo aver vinto la Prefinale si è aggiudicato anche la Finale con un buon margine sul pilota di Andorra Alexandre Machado e sull’americano Jace Gessel Denmark, tutti su Tony Kart-Vortex. Ha concluso solamente 12mo invece Cristian Comanducci dopo la pole position in prova e un duello iniziale con Bosco. Il Challenge è andato a Bosco.
Classifica assoluta Rok Cup Challenge Super Rok: 1. Bosco; 2. Machado; 3. D’Abramo. 
 
SHIFTER ROK. Una bella gara si è rivelata anche la finale della Shifter Rok, caratterizzata da una serie di duelli alle spalle di Francesco Comanducci (CKR-Vortex) vincitore della finale. Sul podio sono terminati con il secondo posto lo svizzero Samuel Luyet (Tony Kart-Vortex) e con il terzo posto Riccardo Cinti (Tony Kart-Vortex), autore della pole position in prova e poi sul podio al termine di una rimonta dalla 13ma posizione della Prefinale. Nel Challenge vittoria per Comanducci. 
Classifica assoluta Rok Cup Challenge Shifter Rok: 1. Comanducci; 2. Luyet; 3. Guidetti.
           
Tutti i risultati nel sito www.southgardakarting.it.
 
Prossimi appuntamenti sul Circuito South Garda Karting:
11-13 ottobre: Rok Cup International Final.
19-21 ottobre: WSK Final Cup prima prova.
27-28 ottobre: 47° Trofeo delle Industrie. 
 
Ufficio Stampa
South Garda Karting
08.10.2018
www.southgardakarting
 
Nelle foto: 1) KZ2 start: Hold e Dante; 2) 60 Mini, Badoer; 3) Entry Level, Romeo; 4) Rok Mini, Irfan; 5) Rok Junior, Albanese; 6) Rok Senior, Molinari; 7) Rok Super, Bosco; 8) Rok Shifter, Comanducci.

Download PDF: Lonato_47_Trofeo_Autunno2_081018_text-ita.pdf
Download PDF: Lonato_47_Trofeo_Autunno2_081018_text-eng.pdf