TUTTI I “RE DELLA PIOGGIA” DEL 48° TROFEO DELLE INDUSTRIE A LONATO

04/11/2019
In una edizione bagnatissima, in KZ2 domina Giannoni che si aggiudica anche il trofeo assoluto Memorial Carlo Fabi. Nella OK vince l’olandese Vanthoff, nella OK-Junior Cenedese, nella Minikart il russo Kutskov, nella X30 Senior Carenini.
 
E’ stata una edizione molto difficile quella che ha caratterizzato il 48° Trofeo delle Industrie, causa la pioggia che dopo aver reso insidiose le prove di qualificazione e le manche di qualificazione di sabato, ha imperversato domenica 3 novembre rendendo piuttosto difficoltosa la fase finale dell’evento organizzato da Parma Motorsport sul circuito South Garda Karting di Lonato.
 
Ma ad emergere e imporsi con grande autorità fra i 247 piloti verificati in questa edizione sui 253 iscritti provenienti da 42 paesi, sono stati proprio i maggiori protagonisti del weekend, veri e propri maestri nella guida sull’asfalto bagnato e anche inondato d’acqua, insomma veri e propri “re della pioggia”, come Lorenzo Giannoni in KZ2 in gara con il Team CPB Sport su Sodi-Tm-Vega, l’olandese Dilano Vanthoff con il Team Forza Racing nella OK su Exprit-Tm-Vega, Alessandro Cenedese con il Team Driver Racing Kart nella OK-Junior su KR-Iame-Vega, il russo Kirill Kutskov con il Team Energy Corse nella Minikart su Energy-Tm-Vega, Danny Carenini con il Team Autoeuropeo Motorsport nella Iame X30 Senior su Tony Kart-Iame-Komet.
 
I cinque vincitori delle rispettive categorie sono stati tutti grandi interpreti nella difficoltà della guida del bagnato, anche sotto il diluvio che ha imperversato nelle Prefinali di domenica. Fortunatamente le nuvole hanno lasciato spazio a un po’ d’azzurro nel cielo per le finali, ma l’asfalto è restato sempre bagnato fino al termine di tutte le gare pur drenando efficacemente la pioggia.
 
Giannoni “Re della pioggia” in KZ2
In KZ2 Lorenzo Giannoni su Sodi-Tm è stato l’indiscusso “re della pioggia” nell’evento del 48° Trofeo delle Industrie, autore della pole position in prova, le vittorie nelle manche, dominatore in Prefinale e poi dominatore anche della Finale. Sul podio finale sono saliti in seconda posizione il campione europeo Emil Skaras su Energy-Tm e in terza posizione il compagno di squadra di Giannoni, il francese Jean Nomblot. Eccellente anche il quarto posto di Manuel Cozzaglio su BirelArt-Tm del Team Vzeta, il quinto posto dell’altro compagno di squadra di Giannoni, il russo Artem Kosarev, e il sesto posto conquistato dopo una gran rimonta da parte di Fabian Federer su Maranello-Tm con il team SRP Racing Team. Lorenzo Giannoni si è anche aggiudicato il Trofeo “Memorial Carlo Fabi” destinato al pilota con il miglior risultato complessivo nelle quattro categorie 60 Mini, OK-Junior, OK e KZ2.
 
Vanthoff domina nella OK
Nella OK anche l’olandese Dilano Vanthoff su Exprit-Tm ha vinto tutto quello che c’era da vincere. Autore della pole position, vincitore delle manche, della Prefinale e poi della Finale davanti all’altro ottimo protagonista come il russo Kirill Smal su Tony Kart-Vortex del Team Ward Racing e dello spagnolo Genis Civico Espona su CRG-Iame del team CRG. In quarta posizione ha chiuso lo svedese Norton Andreasson su Tony Kart-Vortex davanti all’altro svedese Theo Wernersson su Kosmic Tm, mentre il figlio d’arte Enzo Trulli su KR-Parilla si è visto sfuggire il possibile podio concludendo sesto.
 
Nella OK-Junior Cenedese super in Prefinale e Finale
In OK-Junior Alessandro Cenedese su KR-Iame si era visto sfuggire solamente la pole position nelle qualificazioni, ma dal terzo posto in prova il pilota del Team Driver ha recuperato molto bene nelle manche con due vittorie, per poi assestare ulteriori vittorie in Prefinale e in Finale. Nella gara che gli ha valso il successo nel Trofeo delle Industrie della categoria, Cenedese ha preceduto il norvegese compagno di squadra Martinius Stenshorne, il russo Artem Severiukhin su Tony Kart-Vortex, l’australiano James Wharton su Parolin-Tm che ha perso il terzo posto per una penalizzazione, lo spagnolo James Wharton su FA-Iame, e l’altro figlio d’arte e compagno di squadra Brando Badoer su KR-Iame.
 
Il russo Kutskov prevale nella Minikart
Nella Minikart il giovane russo Kirill Kutskov su Energy-Tm ha dominato la scena fin dalle prove di qualificazione, ma in Finale ha dovuto vedersela soprattutto con il pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri su Parolin-Tm, che più di una volta è riuscito a mettere il suo kart davanti a quello di Kutskov. Ma alla fine il pilota russo è riuscito a prendere un buon vantaggio e concludere sul traguardo davanti al suo maggior avversario. Terzo e quarto si sono piazzati gli altri due russi German Foteev e Dmitry Mateev, ambedue compagni di squadra di Kutskov. Quinto ha concluso l’austriaco Kiano Blum su Parolin-Tm davanti all’ottimo cileno Nicolas Ambiado anche questi su Parolin-Tm.
 
Doppia vittoria per Carenini nella X30 Senior
Nella Iame X30 Senior Danny Carenini su Tony Kart-Iame con il Team Autoeuropeo è stato superiore di una spanna rispetto a tutti i suoi avversari, dalla pole position in prova ai successi nelle manche, quindi in Prefinale e in Finale. Sempre sicuro di sé e dominatore incontrastato della categoria, Carenini in Finale ha preceduto Edoardo Maccari su Intrepid-Iame, Alex Machado su Tony Kart-Iame, il polacco Maciej Szyszko su KR-Iame e Mattia Ingolfo su KR-Iame che ha rilevato Edoardo Ludovico Villa su TB Kart-Iame dopo una penalizzazione inflitta a quest’ultimo. Con questa vittoria Carenini si è anche aggiudicato il “Trofeo Iame Series Italy X30 Senior” nella classifica delle due prove composte dal Trofeo Andrea Margutti e Trofeo delle Industrie.
 
Risultati nel sito  www.trofeodelleindustrie.it.
 
Lonato, 03.11.2019
Ufficio Stampa
Parma Motorsport
Nella foto: 1 Giannoni, 2 Skaras, 3 Nomblot, Ph. FM Press

Download PDF: Trofeo-Industrie_06_031119_ita.pdf
Download PDF: Trofeo-Industrie_06_031119_eng.pdf