È PARTITA LA CORSA ALLA WSK OPEN CUP, CON 262 PILOTI NELLA PRIMA TAPPA DI LONATO

26/10/2019
Largo al sole, che ha asciugato il tracciato del South Garda Karting di Lonato (BS), dove si è avviata la fase competitiva della WSK Open Cup, al primo dei suoi due appuntamenti 2019.
 
Dopo aver provato a lungo sul bagnato, i 262 piloti che si sono presentati alle verifiche tecnico-sportive hanno modificato l’assetto dei loro mezzi per disputare la sessione di prove ufficiali. Si sono quindi avviati i primi confronti diretti tra i piloti, provenienti dai 5 Continenti in rappresentanza di 51 Paesi. Tutti a caccia della vittoria in questo primo dei due appuntamenti, nella Serie che per le categorie OK, OK Junior e 60 Mini si concluderà tra due settimane, al 7 Laghi Kart di Castelletto di Branduzzo (PV). La KZ2 avrà invece già domenica 27 il suo vincitore, che sarà incoronato al termine della Finale.
 
La domenica delle Finali in live streaming da Lonato.
L’appuntamento con i momenti decisivi del weekend di Lonato è fissato domenica 27 ottobre, con il collegamento in live streaming che, a partire dalle ore 11:00, diffonderà le immagini delle Prefinali e delle Finali. Le riprese delle gare saranno visibili dal sito ufficiale www.wsk.it e dalla pagina Facebook di WSK Promotion.
 
A Giacomo Pollini la pole position nella KZ2.
Al termine delle prove ufficiali, che hanno visto cinque piloti racchiusi in poco più di due decimi, il più veloce in KZ2 è stato il bresciano Giacomo Pollini (Formula K-TM-Bridgestone) in 46”743, davanti al napoletano Giuseppe Palomba (Birel Art-TM) in 46”912 e al francese Tom Leuillet (Praga-TM) con 46”967. Ha ritrovato i suoi vecchi amici kartisti il pilota di Salò Alessio Lorandi (Parolin-TM): il bresciano, che conta di proseguire la sua esperienza in monoposto, è tornato per l’occasione sul circuito di casa, segnando il quarto tempo in 46”976. La prima delle manche in programma ha visto al successo Palomba, seguito da Lorandi e da Pollini.
 
Kirill Smal davanti a tutti in OK.
La categoria OK si presenta con il russo Kirill Smal, il più veloce in prova con il tempo di 47”249. Alle sue spalle si è piazzato il britannico Joseph Turney in 47”480, mentre al terzo posto è salito il lituano Kajus Siksnelis in 47”376 (tutti su Tony Kart-Vortex-Bridgestone). In una rosa di favoriti così assortita, Smal ha confermato le proprie intenzioni, vincendo la prima manche del weekend. Subito dopo è entrato in lizza per la vittoria finale il danese Noah Degnbol (Tony Kart-Vortex), che ha vinto la seconda gara.
 
Andrea Kimi Antonelli ha il miglior tempo in OKJ.
Il bolognese Andrea Kimi Antonelli è partito subito all’attacco in OK Junior, segnando la pole position con il tempo di 48”324. Le sue intenzioni di successo dovranno confrontarsi con quelle del pilota di Singapore Christian Ho (entrambi su KR-Iame-Vega), secondo in 48”811, davanti al russo Artem Severiukhin (Tony Kart-Vortex), che ha segnato il tempo di 48”975. Ed è stato proprio Severiukhin il primo dei favoriti a confermare la propria competitività, vincendo la prima manche di categoria, mentre nella seconda gara il successo è andato al suo connazionale Nikita Bedrin (Tony Kart-Vortex).
 
Nella 60 Mini Nikola Tsolov è in pole position.
I più giovani piloti in pista, protagonisti della 60 Mini, sono sempre i più numerosi e agguerriti. Fra tutti il più veloce è stato il russo Nikola Tsolov, segnando il tempo di 53”880 davanti al polacco Jan Przyrowsky con il crono di 54”110, e all’austriaco Kiano Blum, in 54”219. Nelle tre manche disputate, Tsolov ha confermato la pole position con un successo. Le altre due gare sono state vinte da Blum e dal pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri (tutti su Parolin-TM -Vega).
 
press@wskarting.it.